Primavera-estate 2021: spazi pubblici all'aperto per i corsi delle società sportive - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

archivio notizie - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

Primavera-estate 2021: spazi pubblici all'aperto per i corsi delle società sportive

 

Per la primavera e l'estate 2021 l'Amministrazione comunale di Casalecchio di Reno, in collaborazione con la Consulta comunale sportiva, concede il libero utilizzo dei diversi spazi sportivi all'aperto e di specifiche aree nei parchi e giardini pubblici alle associazioni e società sportive del territorio perché possano organizzare corsi sportivi, di fitness e benessere per ragazzi e adulti.

Tra aprile – quando le disposizioni lo consentiranno – e settembre (con una rivalutazione delle proposte a metà giugno), gli spazi all'aperto della Cittadella dello Sport, il Parco Rodari, il Parco Zanardi, il Parco della Chiusa, il giardino del Municipio, l'area verde dell’associazione Casa delle Acque in via Lido e quella in zona Filanda, i campi di basket all'aperto Toscanini e 2 Agosto, gli spazi esterni dei centri sociali Meridiana e 2 Agosto, il Pra' Znein, verranno così utilizzati per una moltitudine di corsi che spaziano dall'attività fisica adattata al fitness adulti, dal basket al calcetto, dal nordic walking alle arti marziali, dal balletto alla ginnastica anziani, dalla preparazione atletica per nuoto agonistico al volley. Parteciperanno le polisportive Masi, CSI, CasaMasi, il centro del Balletto Endas, l’associazione AKSADO.

La Consulta comunale sportiva, grazie alla disponibilità data dal Presidente Francesco Borsari, ha avuto un ruolo di coordinamento nell'auto-organizzazione degli spazi all'aperto da parte delle associazioni sportive, in collaborazione con i Servizi sportivi e ambientali del Comune e, ove necessario, anche con i centri sociali del territorio.

Nel solco della tradizionale iniziativa primaverile-estiva "Palestra nell’Ambiente", si tratta di un gesto di disponibilità che consentirà al mondo sportivo di ricominciare, non appena possibile, organizzando in luoghi aperti e quindi più salutari, l'attività che nell'ultimo anno è stata quasi del tutto sospesa a causa delle misure restrittive contro il Covid-19.

Scarica il pdf illustrativo 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il