PagoPA - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

Comunicazione  >  Agenda Digitale  >  PagoPA - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

PagoPA

Il sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione

CHE COS'È E COME SI USA Pago PA
PagoPA è un sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione e ad assicurare una più precisa rendicontazione
Tutte le info su www.pagopa.gov.it

PagoPA non è un sito dove pagare, ma una nuova modalità per eseguire i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata.

Il sistema di pagamento Pago PA è multicanale, ossia ha il vantaggio di rendere possibile il pagamento attraverso molteplici modalità (banca, posta, supermercato, tabaccherie, online tramite homebanking e app), consentendo al cittadino/utente di scegliere quella preferita.

COSA SI PUÒ PAGARE CON PagoPA
Con PagoPA si possono pagare alcuni servizi del Comune di Casalecchio di Reno, dell'Unione Reno Lavino Samoggia, di Adopera Srl e della Polizia Locale Reno Lavino.
Servizi che prevedono il pagamento online
 
METODI DI PAGAMENTO PREVISTI
Metodo tradizionale sul territorio effettuando il pagamento presso lo sportello di Poste, in Ricevitoria, dal Tabaccaio, al Bancomat (sportelli ATM abilitati), al Supermercato oppure presso i punti vendita Mooney, Lottomatica e Banca 5.

Mediante sistemi elettronici accedendo al sito della tua Banca o di Poste se sei correntista, utilizzando il servizio home banking reso disponibile con CBILL o pagoPA oppure servendoti di diverse APP con il tuo smartphone

L’ente impositore non ha alcuna voce in capitolo rispetto alle commissioni di incasso. Il cittadino-contribuente sceglie liberamente il servizio di pagamento che preferisce e nel farlo si assoggetta all’applicazione di commissioni che sono decise ed applicate in autonomia da ogni soggetto abilitato a ricevere il pagamento.

Di seguito si forniscono i valori (rilevati al mese di maggio 2021) di alcuni casi, senza alcuna pretesa di esaustività.

Poste Italiane spa
Commissione allo sportello standard euro 1,50
Commissione ridotta per ultra 70-enni euro 0,75

Coop Alleanza 3.0
Per clienti soci euro 0,80 a bollettino
Per i non clienti euro 1,00 a bollettino

Satispay
Pagamento tramite app 1,00 euro
Pagamento di avvisi Pago PA dal portale web dell’ente creditore gratis

Tabaccherie
In tutte le tabaccherie dotate di tecnologia LIS è disponibile il servizio di pagamento dei Bollettini Postali. Tramite l’accordo con PostePay S.p.A., puoi pagare come vuoi: in contanti, con carte di credito, debito internazionale, bancomat e Codice Postepay.

È possibile pagare anche con Codice Postepay inquadrando il QR Code presente sul prescontrino e autorizzando il pagamento con l’App Postepay.
Il servizio consente il pagamento dei bollettini postali fino all’importo massimo di € 999,99 (comprensivo della commissione di 2,00€). Servizio di pagamento fornito da LIS Pay S.p.A.

Sistema bancario
Molte banche hanno aderito al sistema CBILL di PagoPA. Per conoscere se la tua banca ha aderito vai alla pagina Internet Banking - CBILL
E inserisci il codice ABI della tua banca, oppure, se preferisci, scarica l’elenco degli istituti di credito che hanno aderito (aggiornato periodicamente a cura del servizio CBILL). L’elenco è scaricabile selezionando la voce "Banche che aderiscono a Pago PA tramite il servizio CBILL"
Commissione applicata dalle banche: in molti casi la commissione è azzerata. Occorre far riferimento al proprio istituto di credito e parlare quindi con un operatore della filiale per avere maggiori ragguagli.

Per maggiori chiarimenti su come utilizzare il sistema CBILL consulta la pagina e i tutorial disponibili all’indirizzo: https://www.cbill.it

Pagare con una app specifica
Scarica l’applicazione da Play Store o App Store o archivio consimile e installa la stessa app sul tuo smart phone.
Le principali banche dispongono di una propria app in grado di facilitare il pagamento perché di solito incorpora un lettore del codice QRcode
quello fatto così...

A seguito di questa attività si viene solitamente indirizzati alle pagine che consentiranno di effettuare il pagamento con modalità facilitata e senza inserire alcun codice del bollettino.
 

DOVE E COME SI FANNO I PAGAMENTI CON Pago PA
Puoi utilizzare soltanto gli Avvisi di pagamento pagoPA, ossia quelli che riportano il Codice di Avviso di Pagamento. Moduli o bollettini di altro tipo – MAV, F24 – non consentono di usare pagoPA perché sono privi di questo codice. Nell'immagine in fondo alla pagina, un facsimile di avviso. 

Con l’avviso di pagamento PagoPA potrai pagare facilmente in un sistema di multicanalità integrata a livello nazionale.

Online
con app, da portale dedicato, con home banking, tramite MyBank
dettagli
bancomat

Sportelli fisici
Banche aderenti, tabaccherie, uffici postali, ATM: dettagli

Altri canali
L’elenco completo dei punti abilitati è sul sito AGID http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/pubblica-amministrazione/pagamenti-elettronici/psp-aderenti-

ERRORI E ANOMALIE IN FASE DI PAGAMENTO
Cosa succede se interrompo o abbandono il pagamento prima di averlo concluso?
  • se decidi di interrompere o abbandonare la procedura di pagamento prima di averla conclusa:
    riceverai semplicemente sulla tua email la notifica di una transazione che non è andata a buon fine
  • se il pagamento non si dovesse chiudere correttamente a causa di un’anomalia tecnica:
    il sistema emetterà un messaggio di errore con l’invito a riprovare in un secondo momento.

Che succede invece se il pagamento non va a buon fine?

  • se il pagamento non si dovesse chiudere correttamente a causa di un’anomalia tecnica:
    il sistema emetterà un messaggio di errore con l’invito a riprovare in un secondo momento.
  • se la procedura si completa ma è la transazione finanziaria a non andare a buon fine
    (per esempio per mancanza di disponibilità sulla carta di credito), chi sta eseguendo il pagamento riceverà:
    - un messaggio a schermo con esito negativo
    - una Ricevuta Telematica (RT), che verrà inviata via email, riportante l’avvertenza “PAGAMENTO NON ESEGUITO”. La ricevuta in tal caso non ha valore liberatorio del dovuto.

Cosa succede se pago un importo errato?

Con pagoPA questo caso non si verifica. Grazie ai codici riportati nell’Avviso di Pagamento PagoPA, la piattaforma presenta in modo certo e univoco l’importo effettivo da corrispondere e predispone il pagamento in maniera automatica, senza chiedere al cittadino di digitare altri codici o importi. Così si elimina ogni possibilità di errore.

Cosa devo fare se non riesco ad accedere e la registrazione PagoPA non va a buon fine?

Se il sistema segnala che le credenziali sono errate, si può resettare la password. A questo punto verrà richiesto di inserire il codice PUK ricevuto al momento della registrazione: se non l'hai più a disposizione, puoi scrivere a esercizio@pagopa.gov.it indicando la e-mail con la quale ti sei registrata a pagoPa e richiedendo l’invio della password e del codice PUK. Ti arriverà un SMS al numero di telefono associato con i dati richiesti.

Posso annullare un pagamento?

PagoPA non consente pagamenti errati perché controlla l’esistenza della posizione debitoria e la sua consistenza al momento del pagamento.

Se per qualsiasi motivo l’utente abbia la necessità di annullare un pagamento versato con PagoPA (o anche con altri canali), può richiedere all’Ente Creditore il rimborso che può essere effettuato tramite pagoPA (storno dell’operazione) entro il giorno stesso, ovvero prima del versamento effettivo dell’importo in favore dell’Ente. Se la richiesta avviene successivamente, l’Ente Creditore può provvedere al rimborso con altri strumenti.

Fac-simile avviso

OBBLIGO DI PREDISPOSIZIONE DEI PAGAMENTI CON PAGO PA 

Il DL 76 del 16 luglio 2020, nel testo derivante dalle modifiche ed integrazioni attuate con la legge di conversione n. 120/2020, ha reso obbligatorio per gli Enti predisporre i documenti di pagamento con il sistema Pago PA.

Dal 1° marzo 2021 tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione dovranno, perciò, essere eseguiti attraverso il sistema PagoPA.

Non saranno più accettati, infatti, pagamenti in favore degli enti pubblici a mezzo mero bonifico su conto corrente bancario o postale. L’articolo 5 del CAD impone infatti alle pubbliche amministrazioni, ai gestori di pubblici servizi e alle società a controllo pubblico, l’obbligo di accettare i pagamenti, a qualsiasi titolo spettanti, attraverso sistemi di pagamento elettronico, compresi, quelli che utilizzano il credito telefonico con riferimento ai micro-pagamenti.

Tali soggetti, dunque, per legge devono aderire al sistema pagoPA per permettere ai contribuenti di effettuare pagamenti elettronici connessi a debiti in loro favore. Mentre per le pubbliche amministrazioni aderire a pagoPA è un obbligo di legge, banche e prestatori di servizi decidono liberamente se e in quali occasioni erogare servizi che prevedono l’impiego di pagoPA e scelgono, di volta in volta, quali e quanti servizi di pagamento abilitare al sistema: carta di credito, addebito in conto, ecc.

La App IO  

È l'applicazione nazionale creata per una pluralità di servizi pubblici.
Si scarica sullo smartphone e consente molti utilizzi, tra i quali una più facile modalità di pagamento del PagoPA.

Per maggior informazioni visita il sito IO, l’app dei servizi pubblici (italia.it)

PROBLEMI E ASSISTENZA  

Hai ricevuto una lettera dal nostro Comune, contenente una richiesta di pagamento PagoPA, ma non sai come effettuare il pagamento?
In primo luogo ti ricordiamo che restano attivi i canali di pagamento “fisico” allo sportello delle Poste, delle banche. Rispetto al passato si aggiungono nuovi canali diretti (tabaccherie e ricevitorie).

Se in passato eseguivi un bonifico in modalità libera (ossia digitando la causale in modo libero) dovrai abituarti ad un nuovo sistema. Il bonifico è sostituito dal sistema CBILL. Accedendo all’apposita sezione del tuo conto bancario potrai inserire i codici identificativi (quello dell’Ente e quello denominato IUV, ossia identificativo unico di versamento) che consentirà all’ente impositore una immediata e sicura riconciliazione (= nessun problema di errata imputazione del versamento).

Se sei una persona abituata ad utilizzare la tecnologia potrai certamente avvantaggiarti del ricorso a molte diverse app per il tuo smartphone. Fra tutte segnaliamo la appIO, che è quella unica nazionale per i rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Se però queste indicazioni non ti sono bastate e il problema persiste ti invitiamo a segnalare il tuo problema alla casella di posta elettronica o ai recapiti che trovi indicati nell'avviso di pagamento lasciando un recapito telefonico per poterti chiamare e fornirti la necessaria assistenza

Nota Bene pagamento
Non ci chiedere se puoi ancora pagare con un semplice bonifico. E’ la legge che richiede di adottare questo nuovo sistema di pagamento. Che è destinato a rendere più efficiente tutto il sistema.
Sappi che se eseguirai un pagamento anomalo dovremo inviarti una comunicazione di invito ad adottare per il futuro la nuova modalità di pagamento.

Pubblicato il 
Aggiornato il