Vicariato - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

Vivere Casalecchio  >  Casalecchio nella storia  >  Storia di Casalecchio di Reno  >  Vicariato - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

 

dalla bamboza

 

 

 

Storia approfondimenti

Il Vicariato di Casalecchio


Perchè il Governo bolognese decise di sopprimere così presto questo centro amministrativo e giurisdizionale? Si possono fare solo supposizioni: Casalecchio era troppo vicino alla città, che poteva governare direttamente l'immediato territorio circostante le mure cittadine, ridistribuendo i Comuni della fascia intermedia fra i Vicariati periferici. E' comunque interessante analizzare quali Comuni facessero parte, fra il 1384 e il 1388 dell'effimero Vicariato di Casalecchio. Li divideremo, per semplicità di esposizione, in tre categorie: A) Comuni il cui territorio fa oggi parte del territorio casalecchiese; B) Comuni della sponda sinistra di Reno; C) Comuni della sponda destra di Reno.
Il Vicario doveva aver la sua sede o nel Castello Civico (corrispondente alla Villa Ghillini), che aveva anche il vantaggio di essere vicino alla Chiesa di San Martino, oppure nel forte della Bastia (situato in Via della Bastia, del quale però parleremo).

Comuni del Vicariato ora ricompresi nel territorio comunale casalecchiese... (continua)

Comuni del Vicariato ora non ricompresi nel territorio casalecchiese e posti sulla sponda destra del Reno... (continua)

Comuni del Vicariato ora non ricompresi nel territorio casalecchiese e posti sulla sponda sinistra del Reno... (continua)

Comuni del Vicariato ora non ricompresi nel territorio casalecchiese e posti lungo la valle del Lavino... (continua)

 

Pubblicato il 
Aggiornato il