Domande frequenti - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

RACCOLTA PORTA A PORTA  >  Domande frequenti - ::: COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO (BO):::

 

logo differenziata png

 

Io riciclo...e non rifiuto! - raccolta differenziata porta a porta

Domande frequenti


 

Come faccio a trovare i dati catastali richiesti nella scheda per l’assegnazione del kit rifiuti?

 

Per l’immobile (appartamento, ufficio, magazzino, ecc) di proprietà i dati catastali sono sempre riportati nel rogito di acquisto e sono comunque serviti anche per la dichiarazione per l’IMU; per l’immobile in locazione, controllare se sono riportati nel contratto di affitto, altrimenti rivolgersi al proprietario

 

Perché l’Amministrazione comunale richiede i dati catastali? Non sono già in vostro possesso?

 

In occasione della distribuzione del kit, l’Amministrazione comunale ha la grande opportunità di contattare direttamente tutti i cittadini, sistemando e integrando alcuni dati relativi alle unità immobiliari che per legge deve richiedere (è prevista la costruzione di un'anagrafe degli immobili integrata). I dati catastali già in possesso dell’Amministrazione provengono prevalentemente dalle denunce ICI e IMU che sono però legate alla proprietà dell’appartamento e non all’uso. Per la tassa rifiuti questo tipo di dati è stato richiesto nelle denunce solo negli ultimi anni. Inoltre, poiché la tassa rifiuti è legata all'uso e non alla proprietà, è importante interagire direttamente con l'occupante effettivo. Ciò significa che la richiesta dati serve in parte per aggiornare i dati (recupero di ciò che manca), ma anche per validarli (bontà del dato). Approfittare dell’introduzione del nuovo sistema di raccolta porta a porta ci dà la possibilità di raccogliere questi dati a costo zero, perché non dovremo reperirli successivamente con tempi, modalità e risorse ulteriori. A costo zero per l’Amministrazione vuol dire a costo zero anche per i cittadini. Infatti il recupero-controllo dei dati se fosse commissionato all'esterno comporterebbe nuovi costi. Quel che è più importante, comunque, è che i dati sono indispensabili per abbinare il kit del porta a porta ad un corretto codice di identificazione dell’utente con l’obiettivo futuro, quando la legge ce lo consentirà, di applicare una tariffa più vicina a quanto realmente prodotto da ciascuno, con maggiore equità per tutti. L’abbinamento dati/utente, insieme alle altre notizie, ci occorre anche per poter contattare il destinatario del kit nel caso sia necessario, nella fase di monitoraggio e di gestione del ciclo dei rifiuti. Nel questionario esiste comunque la possibilità di barrare la casella "Non sono riuscito a reperire i dati", ma ci auguriamo che per le ragioni sopra indicate venga utilizzata solo in caso di effettiva difficoltà.

 

Sono il proprietario di un appartamento vuoto. Devo venire comunque a ritirare il Kit?

 

Non è obbligatorio venire a ritirare il kit, è però utile comunicare all’Amministrazione tramite la mail ambiente@comune.casalecchio.bo.it la motivazione del mancato ritiro, ciò al fine di evitare l’uscita di lettere di riconvocazione. Una volta che l’appartamento sarà occupato sarà compito dell’inquilino venire a ritirare il kit

 

Cosa succede per il pagamento della tassa rifiuti?

 

Sono previste novità sul fronte della tassa rifiuti. A partire da quest’anno il costo del servizio rifiuti verrà coperto dalla riscossione di un nuovo tributo, denominato TARES (Tributo Rifiuti e Servizi), che prenderà il posto sia della TARSU (Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani) che della TIA (Tariffa Igiene Ambientale), in tutto il territorio nazionale. Il Governo sta rivedendo la normativa, non appena il provvedimento diventerà esecutivo provvederemo a comunicare tutti i dettagli relativi al nuovo tributo.

 

Il nuovo tributo TARES prevede sconti o riduzioni per i cittadini più virtuosi nel conferire i rifiuti in modo differenziato?

 

Al momento la struttura della TARES non prevede questo tipo di agevolazioni. In ogni caso occorre attendere l’approvazione del nuovo Regolamento Comunale in materia, anche alla luce degli ultimi sviluppi normativi

 

Come mai nel servizio porta a porta non è stato compreso anche il vetro, lasciando quindi le campane verdi per questa raccolta?

 

Il vetro è un tipo di rifiuto pericoloso da esporre sulla strada come gli altri contenitori o dentro i sacchi. Si è quindi preferito mantenere le campane verdi per questa raccolta. È stato previsto un servizio dedicato per le sole attività produttive con grandi produzioni di vetro o lattine (bar e ristoranti)

 

Anche i cestini sono stati o saranno rimossi come i cassonetti stradali?

 

No, i cestini rimangono, ma solo per piccoli ed estemporanei conferimenti

 

Cosa accade se espongo il sacco o il bidoncino nel giorno sbagliato, oppure se metto nel sacco o nel bidoncino la tipologia non corretta di rifiuto? Ci sono e a quanto ammontano le sanzioni? Chi fa i controlli?

 

I tecnici del Servizio Ambiente e Sostenibilità sono quotidianamente sul territorio per monitorare l’andamento dei conferimenti e la risposta della cittadinanza e il Comune sta intensificando i controlli da parte del Corpo di Polizia Locale e delle Guardie Ecologiche Volontarie. Le sanzioni e il relativo ammontare, applicabili ai comportamenti non corretti nella gestione della raccolata differenziata, sono consultabili  nella sezione dedicata del Regolamento comunale  per la gestione dei rifiuti solidi urbani e assimilati e dei servizi di igiene ambientale

 

Come posso evitare che altre persone gettino altri rifiuti nei miei bidoncini quando sono esposti?

 

L’esperienza dei Comuni che hanno attivato il sistema del porta a porta integrale prima di noi, ci dice che fenomeni di questo tipo sono davvero infrequenti. Proprio perché il bidoncino viene esposto davanti al civico e in posizione ben visibile, eventuali comportamenti impropri sono scoraggiati. Inoltre, esiste una sorta di “controllo sociale”, per cui la presenza di altri condòmini, di vicini o di semplici passanti funge da deterrente. Ad ogni modo, soprattutto durante i primi mesi dall’avvio del nuovo sistema, non sono previste sanzioni in caso di conferimenti errati, se avvengono in modo del tutto episodico

 

C'è un po' di flessibilità negli orari di esposizione? se non sono in casa nel giorno di ritiro?

 

Gli orari previsti per la raccolta dei rifiuti dipendono dall’organizzazione del servizio, non è quindi possibile preventivare delle modifiche. In caso di difficoltà a rispettarli, una possibilità potrebbe essere la disponibilità di un vicino di casa a mettere i bidoni all’esterno dell’edificio al giusto orario, dopo che per esempio il titolare del bidone lo ha lasciato in un luogo concordato durante la giornata. La possibilità ad esporli in strada prima dell’orario previsto dipende dalle singole situazioni convenute con i tecnici del Comune e di Hera. Comunque, nel caso non fosse proprio possibile esporre i rifiuti nei giorni previsti, presso la Stazione Ecologica è presente un’area dove si possono conferire separatamente carta, plastica, organico, ma non i rifiuti indifferenziati per i quali si sta individuando un’altra area di conferimento

 

Potranno aumentare le frequenze di ritiro dei rifiuti da parte di Hera?

 

Le frequenze di raccolta pensate su Casalecchio di Reno sono le stesse adottate da Comuni a noi vicini, dove la raccolta porta a porta è attiva da molto tempo (Monteveglio, Crespellano, Bazzano, Monte San Pietro, sasso Marconi e Zola Predosa). I primi mesi dall'avvio del servizio serviranno all’Amministrazione comunale e ad Hera per valutare tutte le necessità o aggiustamenti da applicare

 

Non ho spazio in casa per sistemare i bidoncini e non ho terrazza o balcone, dove li metto?

 

Il bidone per l’indifferenziata (da 30 litri) e quello per l’organico (da 20 litri), che assieme ai sacchi di carta e plastica costituiscono il kit per la raccolta differenziata, non sono pensati per stare in cucina sotto il lavandino. Sono contenitori pensati esclusivamente per l’esposizione in strada. In casa non devono cambiare le abitudini consolidate e si può continuare quindi ad utilizzare i bidoni di sempre, portando poi nei bidoni del kit (indifferenziata e organico) i rifiuti nei singoli sacchetti. I nuovi bidoni assegnati alle famiglie potranno essere quindi sistemati in cantina, sul terrazzo o in altra zona dello stabile (ad esempio il cortile se concordato con il condominio), per poi essere posizionati sulla strada nei giorni previsti per la raccolta

 

Davanti alla mia abitazione non c’è spazio per esporre i bidoncini, dove posso collocarli?

 

L’esposizione dei bidoncini e dei sacchi dovrebbe avvenire sulla strada pubblica o di pubblico passaggio davanti al proprio civico. Tuttavia, se le caratteristiche dello stabile non lo consentono, si possono collocare, previo accordo con il condominio, anche all’interno della propria area privata (stradello, cortile, portico), purché in punti ben visibili e facilmente accessibili dai mezzi di HERA che provvedono alla raccolta. Sono da escludere le aree dove erano posizionati i vecchi cassonetti stradali o la campana del vetro, per evitare che i punti di raccolta si trasformino in piccole discariche. In alcuni casi si è concordato, nei giorni prestabiliti, di agganciare per il manico i bidoncini alle ringhiere che delimitano il perimetro delle abitazioni, con i contenitori rivolti verso l’interno in modo da non essere di ingombro per auto o pedoni. Ad ogni modo, è consigliabile confrontarsi con i propri condòmini, che potrebbero aver già individuato una soluzione condivisa anche con HERA oppure contattare il numero verde di HERA 800999500 per esporre il caso e definire assieme la modalità migliore

 

Come faccio a distinguere il mio bidoncino dagli altri esposti quando lo vado a ritirare?

 

Ogni bidoncino è numerato, inoltre c’è uno spazio per inserire il proprio nome e cognome, oppure, si può personalizzare in altro modo, magari con un adesivo o un altro segno di riconoscimento (un nastro, ecc.)

 

Mi hanno rubato/si è rotto il bidoncino, dove posso richiederne un altro?

 

Nel caso di sostituzione per rottura, furto o smarrimento, il ritiro del nuovo bidoncino per i rifiuti organici da lt. 20 o indifferenziati da lt. 30 avviene presso lo Sportello Raccolta Differenziata. In caso di rottura, occorre anche restituire il bidoncino da sostituire.

 

Si può richiedere il bidone carrellato condominiale per l’organico?

 

Nella fase di avvio del nuovo sistema di raccolta porta a porta, invitiamo i condòmini ad utilizzare i bidoncini singoli da esposizione, perché pensiamo che il bidone condominiale dell'organico possa complicare l’organizzazione del condominio stesso (chi lo espone, chi lo lava, chi controlla quanti lo utilizzano per conferire rifiuti impropri?). Però, se dopo l'avvio del servizio i condomini ritengono opportuno richiederlo, possono presentare domanda utilizzando il modulo scaricabile anche dal sito web del Comune, da consegnare presso SEMPLICE Sportello Polifunzionale per il Cittadino oppure da inviare via fax al n° 051598393 o tramite posta tradizionale al Servizio Ambiente e Sostenibilità, via G. Rossa 1/3 - 40033 Casalecchio di Reno (BO) o con email all'indirizzo ambiente@comune.casalecchio.bo.it, con allegata la dichiarazione  firmata da tutti i condòmini insieme a copia del documento di identità di ciascuno (per i condominii senza amministratore) o la delibera condominiale approvata all'unanimità. Al momento della consegna del bidone condominiale da parte di Hera verranno ritirati tutti i bidoncini singoli

 

Ho un’attività produttiva e non riesco ad aprire il bidone carrellato. Come posso fare?

 

Esclusi i casi in cui sia rotto o difettoso, il coperchio del bidone carrellato si apre digitando un codice numerico o inserendo l’apposita chiave (nel caso non si abbia a disposizione il codice). La chiave non va lasciata presso il bidone, neanche nel momento del suo svuotamento, perché c’è un sistema di apertura che viene attivato dai mezzi di HERA

 

Ma i sacchi gialli e azzurri del vecchio sistema di raccolta che ho ancora in casa si possono utilizzare?

 

Sì, possono essere utilizzati e poi, quando li avrete finiti, si può passare ad utilizzare i nuovi

 

Che sacchetto devo usare per l'organico?

 

L’organico deve essere introdotto nel contenitore raccolto in sacchetti compostabili in mais o in carta (es. quello del pane). In alternativa, è ancora possibile utilizzare i sacchetti di plastica in quanto l’impianto di compostaggio è ad oggi in grado di separare la plastica dall’organico

 

L’organico è un tipo di rifiuto che genera talvolta alcune preoccupazioni. Prevedere che il ritiro avvenga solo 2 volte a settimana non è troppo poco?

 

Altri Comuni di grandi ma anche di piccole dimensioni, che da anni hanno introdotto il sistema del porta a porta integrale prima di noi, dimostrano che anche in zone con temperature più calde delle nostre e fortemente urbanizzate non è necessario aggiungere un terzo giorno a settimana per la raccolta del rifiuto organico, perché la grande maggioranza delle persone effettua il conferimento due volte soltanto. Aggiungere un terzo giorno sarebbe indubbiamente più rassicurante ma, visto che potenziare il servizio comporta un incremento dei costi, il Comune si riserva di verificare l’efficienza del sistema e il suo funzionamento nei primi mesi dall’avvio prima di valutare se e quali aggiustamenti introdurre

 

Perché come giornata di esposizione dell’organico e di sfalci e potature è stata prevista proprio la domenica?

 

Di solito è nel fine settimana che le famiglie si dedicano di più alla cura del giardino oppure si ritrovano per pranzi e cene nelle quali si produce un maggiore quantitativo di rifiuto organico da scarti di cucina. L’orario del ritiro da parte del personale di HERA è comunque un po’ posticipato rispetto alle altre giornate, proprio per dare tempo di esporre i sacchi e il bidoncino a chi rientra la sera della domenica dopo il fine settimana trascorso fuori casa, soprattutto durante il periodo estivo.

 

E se uno finisce i sacchi?

 

Deve recarsi presso il Municipio in via dei Mille 9 per avere una nuova fornitura.
I sacchi possono essere ritirati da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 19.00 e il sabato dalle 9.00 alle 12.00 da parte di:
- l'utente già associato al kit (dotazione di sacchi/bidoncini) per quell'immobile, mostrando la propria tessera sanitaria o un documento di identità/riconoscimento valido;
- un altro componente dello stesso nucleo familiare anagrafico dell’utente associato al kit, mostrando la propria tessera sanitaria oppure un documento valido di identità/riconoscimento;
- chiunque, purché sia provvisto di tessera sanitaria (o Codice Fiscale / Partita IVA in caso di imprese e associazioni) dell'utente associato al kit oppure di documento valido di identità/riconoscimento di quest'ultimo.
I sacchi non sono più distribuiti dai Centri Sociali.

 

Ho dei dubbi sulla natura di un rifiuto, come faccio a sapere qual è il modo corretto per differenziarlo?

 

Nella pagina "Cosa e come differenziare"" del portale del Comune di Casalecchio di Reno o sul sito di Hera è pubblicato il “rifiutologo” dove è possibile verificare il giusto modo di smaltire tutti i tipi di rifiuti

 

I piatti ed i bicchieri di plastica possono essere messi nel sacco giallo per la raccolta della plastica?

 

Sì, anche piatti e bicchieri usati di plastica devono essere messi nel sacco giallo per la raccolta della plastica. Vanno tolti i resti di cibo e/o i liquidi, ma non occorre lavarli. Non possono invece essere messe nella plastica le posate di plastica e qualsiasi altro oggetto di plastica che non si possa considerare imballaggio

 

Dove metto i cartoni della pizza?

 

I cartoni della pizza, senza rifiuti organici attaccati, possono essere messi nella raccolta della carta. Se il cartone è troppo sporco va invece conferito nell’indifferenziato

 

Dove metto la lettiera del gatto?

 

Gli escrementi del gatto possono essere conferiti nel wc di casa. La lettiera del gatto invece, se il prodotto non è “compostabile”, va messo nell’indifferenziato. Ricordiamo però che in commercio esistono tipi di lettiera “compostabile”, che può quindi essere buttata nell’organico

 

Dove metto i bisogni del mio cane?

 

I bisogni dei cani possono essere conferiti nei cestini e nei dogy box, presenti nei parchi e nei giardini

 

I pannolini / pannoloni debbono per forza essere messi dentro i sacchi viola?

 

I pannolini / pannoloni sono un rifiuto indifferenziato, di conseguenza si possono tranquillamente mettere nel bidone grigio da 30lt. È comunque sempre possibile chiedere la fornitura di sacchi viola previsti solo per la raccolta di pannolini / pannoloni per chi lo preferisce o anche nel caso la quantità prodotta sia superiore alla capienza del bidone grigio dell’indifferenziata

 

Come faccio a tenermi in casa pannoloni/pannolini/organico fino al giorno del ritiro?

 

Come sopra precisato i nuovi contenitori di indifferenziato ed organico non devono necessariamente essere conservati in casa, ma possono essere alloggiati in cantina, in terrazza oppure nel cortile dello stabile (qualora convenuto con il Condominio stesso). Per quanto attiene all’organico, è comunque possibile conferirlo presso la Stazione Ecologica, mentre per i pannolini/pannoloni saranno realizzati punti specifici dove poter conferire quotidianamente tali rifiuti (qualora necessario)

 

Sono un disabile e ho grosse difficoltà ad effettuare la raccolta differenziata con il sistema del porta a porta integrale. Come posso fare?

 

Le persone che non sono in grado di provvedere in autonomia o tramite l’aiuto di parenti, amici, vicini di casa o altre persone al ritiro del kit o all’esposizione di sacchi e bidoncini nei giorni previsti, possono rivolgersi allo Sportello Raccolta Differenziata del Comune direttamente o attraverso la propria assistente sociale se si è già seguiti, per concordare quale soluzione adottare in base alla propria situazione

 

Dove metto mobili vecchi, elettrodomestici non più funzionanti e altri rifiuti ingombranti di cui mi voglio liberare?

 

I rifiuti ingombranti, mobili ed elettrodomestici, possono essere smaltiti in uno di questi due modi: 1) portandoli con propri mezzi alla Stazione Ecologica di Casalecchio di Reno e Zola Predosa in via Roma 65 a Zola aperta lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle 8.00 alle 12.00; martedì, giovedì e venerdì dalle 14.30 alle 18.30; sabato dalle 9.00 alle 17.00; 2) telefonando al servizio di ritiro gratuito Hera al n. 800 999 500 (da cellulare 199 199 500 numero non gratuito) e concordando l’appuntamento

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il